-1.7 C
Rome
lunedì, Gennaio 24, 2022
Home Blog Pagina 2

Il medico e l’amante infermiera (Barzelletta).

L’ infermiera rimane incinta del medico suo amante…
l medico per evitare che la moglie lo scopra, manda l’infermiera alla sua città natale e le chiede di rimanerci fino a quando non partorisce.
-Ma come faccio ad avvisarti quando nasce il bimbo?-
-Manda una cartolina e scrivici “PANINO”. E non ti preoccupare che penserò io alle spese del bimbo-
I mesi passano e un giorno, ritornando a casa, la moglie gli dice:
-È arrivato una cartolina da Bolzano ma non riesco a capire il significato del messaggio.-
Il medico legge e cade svenuto a terra colto da un malore. Portato all’ospedale il cardiologo chiede alla moglie:
-È successo qualcosa che possa aver causato questo male improvviso?-
-Veramente ha solo letto questa cartolina postale:
CINQUE PANINI, due con salsiccia e tre senza
??????????????????????

Una canzone di Gigi D’Alessio (Barzelletta)

L’ultimo desiderio.
Un veneto e un napoletano sono stati condannati a morte e li attende la ghigliottina.
Portati sul patibolo, il boia li guarda e dice loro che hanno diritto ad un ultimo desiderio,
quindi chiede al napoletano cosa vorrebbe come ultimo desiderio. Il napoletano
non ha dubbi, e chiede una canzone di Gigi D’Alessio,
al che il veneto esclama… Voglio essere ucciso subito.

I prigionieri e il ciunga ciunga (Barzelletta)

Un Italiano un Francese e un Tedesco in esplorazione nella giungla amazzonica,
vengono improvvisamente fatti prigionieri da una tribù sconosciuta.
Legati mani e piedi vengono trasportati fino al villaggio al cospetto del capo tribù, quest’ultimo rivolgendosi al Tedesco in un inglese stentato, gli fa…
” Shegli, ciunga ciunga o morte? ”
Ovviamente il Tedesco terrorizzato dall’idea della morte, sceglie il ciunga ciunga immaginando un qualche tipo di prova…
il capo tribù schiocca le dita e almeno 10 guerrieri si abbassano il gonnellino rivelando dei peni enormi e già in erezione, immediatamente dopo a turno fanno sesso col Tedesco urlante  che salva così la vita.
Poi il capo rivolge la stessa domanda al Francese che casualmente apprezza
il ciunga ciunga e salva così anche lui la vita.
Per ultimo il capo si rivolge all’italiano ” Tu, ciunga ciunga o morte? ”
L’italiano guarda quei peni enormi e fa ” Preferisco la morte.”
Il capo tribù sbalordito fa…..
” Mmm ammiro il tuo coraggio e morirai, ma prima ciunga ciunga.”

Giorgio, Giacomo e il computer diagnostico della Coop “Barzelletta”

Barzelletta…

Giorgio e Giacomo chiacchierano al bar.
Giorgio: ho un dolore terribile al gomito, penso proprio che andrò da uno specialista.
Allora risponde Giacomo: “Non buttare un sacco di soldi per una visita specialistica, alla Coop hanno un nuovo computer diagnostico che con un campione di urina e 10€ ti dà la soluzione in dieci secondi”.

Allora Giorgio con una provetta di urina si reca alla Coop… Inserisce 10€ e l’urina nell’apposito contenitore e in dieci secondi ha il referto:
“Lei ha il gomito del tennista, si consiglia bagni in acqua calda e niente sforzi, in un paio di settimane sarà a posto.
Grazie per essere stati alla Coop.”

Ore più tardi, ancora stupito per la nuova tecnica, si chiede se riuscirebbe a fregare il computer e cosi mescola acqua di rubinetto, feci del cane, urine della figlia e della moglie e per finire il proprio sperma. Inserisce 10€ e il miscuglio nel computer e dopo dieci secondi il referto:
“1- L’acqua di casa ė troppo dura, usare anticalcare, reparto casalinghi.
2- Il cane ha contratto un fungo all’addome, usare shampoo funghicida, reparto animali secondo piano.
3- Sua figlia fa uso di cocaina, portarla al più presto in un centro di disintossicazione.
4- Sua moglie ė incinta: gemelli, non sono suoi, cercarsi un avvocato.
5- Se non la smette di farsi le seghe il gomito del tennista non guarirà mai.
Grazie per essere stati alla Coop.”

 

Por favor un café, buongiorno.

 

Ci sono certe mattine che non ingranano se non con un buon caffè, e solo dopo diventa buongiorno.

Rivoluzione nelle App di messaggistica, Cag.App.

Il mercato è in fermento per questa nuova App.
Recenti studi hanno dimostrato che il 55% degli utenti, chatta seduta sulla tazza del water. Visti i risultati, i ricercatori hanno pensato ad una App dedicata al momento di relax per dare la massima condivisione ai tuoi momenti più liberatori.
Cag.App, L’App del momento.
Cag.App, e non sarai più solo nei momenti di M…a.
Cag.App, per non tenerti tutto dentro.
Installa subito Cag.App.
A tutti gli utilizzatori, un deodorante bagno in omaggio.
Condividi a tutti i tuoi amici, non essere un tirchio di M.

 

I Bulldog feroci cani da combattimento.

I Bulldog feroci cani da combattimento,

I Bulldog sono feroci cani da combattimento, che gente senza scrupoli aizza l’uno verso l’altro, per poi farli partecipare ad incontri clandestini, questi in particolare se vi prendessero, vi riempirebbero di baciuzzi e leccate facendovi capitolare sotto la loro dolcezza, non so voi ma io amo i Bulldog francesi.

Dico no all’immigrazione selvaggia.

Ecco perché dico no all’immigrazione selvaggia,

Non sono uno scrittore, e neppure un giornalista, scrivo come so fare con la mia terza media, ma questo non mi impedisce di avere un opinione e divulgarla.

Vediamo tutti i giorni le nostre strade invase da migranti nullafacenti mantenuti a nostre spese, ed è proprio questo “mantenuti a nostre spese” che mi irrita in una maniera abnorme, qualcuno a provveduto a farci notare che anche i nostri nonni sono emigrati in ogni dove, vorrei ricordare a questo qualcuno che i nostri nonni andavano a spezzarsi la schiena per mandare il pane a casa, non per ciondolare nelle strade a bere e usare gli smartphone.

Sempre “Qualcuno” fa poi notare che i migranti saranno il sostegno per il nostro futuro,a parte quelli che un lavoro lo hanno o lo cercano e che hanno tutto il mio rispetto, nutro seri dubbi che riescano anche solo a restituire i soldi usati per il loro ingresso in Italia e il mantenimento, mantenimento che “lo sappiamo tutti” si sono spartiti cani e porci.

Vogliamo poi parlare del diritto di rimanere in Italia? da quel che è dato sapere, non più del 20% degli arrivi è dovuto a guerre o carestie, ciò significa che l’80% di questi migranti poteva tranquillamente arrivare per vie legali con mezzi propri, e auto sostenersi per il viaggio e la permanenza, prova ne sono le migliaia di euro spese per la traversata, il mio sospetto seppur brutto è che ormai sia risaputo che arrivando via mare si viene mantenuti a tempo indeterminato, alla faccia di tutti i nostri poveri.

Ecco perché dico no all’immigrazione selvaggia.

Chicago di notte, la città dove i sogni diventano realtà…

 

Chicago di notte, la città dove i sogni diventano realtà…

Un’icona tra le città americane, li tutti i bisogni saranno soddisfatti.

Una scimmia si sta facendo una canna. barzelletta.

 

Una scimmia sta seduta su un albero a fumarsi una canna. Una lucertola passa lì sotto,guarda in alto e dice: Ehi! Che stai facendo?
La scimmia le dice: Sto fumando una canna,sali a farti un tiro!
Così la lucertola sale si siede accanto alla scimmia e si fanno un pò di canne. Dopo un pò la lucertola dice di avere la bocca asciutta e va al fiume a bere. La lucertola è così fuori che si sporge troppo dalla riva e cade nel fiume. Un coccodrillo vede la scena,nuota fino alla lucertola e la aiuta a raggiungere la riva, poi gli chiede:  Ma che combini?
La lucertola gli racconta che stava su un albero a farsi le canne con una scimmia, si è sballata troppo, ed è caduta in acqua mentre beveva. Il coccodrillo, che non vede di buon occhio il consumo di queste sostanze, va allora nella giungla, trova l’albero dove la scimmia sta fumando l’ennesima canna, guarda su e dice: Hey tu!
La scimmia guarda giù e fa:  Da pauuuuraaaa… Ma quanta caxxo di acqua hai bevuto?

 

Fonte https://tistrapponarisata.it